domenica 15 giugno 2014

17 giugno 2014: appuntamento per il prossimo "Assalto animalista al Campidoglio"


Le associazioni animaliste (Enpa, LAV, Animalisti Italiani e AVCPP) martedì prossimo, 17 giugno 2014, si danno nuovamente appuntamento in piazza del Campidoglio alle ore 16.00 per protestare contro la Delibera di Giunta n. 148 del 22 maggio, definita anche "ammazzacanili".
Si tratta di una particolare delibera che ha come oggetto la privatizzazione del sistema di accoglienza capitolino, con il progressivo trasferimento dei cani e dei gatti dai canili e gattili comunali a strutture gestite da privati, che prenderebbero per ciascun animale ospitati al proprio interno una retta pari a 6,00 euro al giorno.
Di fronte a un tale sconvolgimento le associazioni non ci stanno e così tornano ad incontrarsi per testimoniare, con la loro numerosa presenza, che gli animali non sono oggetti, né merci di guadagno, ma esseri viventi con una loro dignità e che meritano profondo rispetto.
Nel frattempo la protesta continua ad andare avanti tramite la rete. E' stato, infatti, messa in atto da alcuni giorni una particolare forma di lotta mediatica. Si tratta del Mail Bombing, ossia di un vero e proprio bombardamento di mail verso le caselle di posta elettronica dei consiglieri dell'opposizione, che sostengono le associazioni animaliste (http://www.generazioneweb.net/mail-bombing-delle-associazioni-animaliste-tutti-insieme-contro-delibera-ammazzacanili/).
In attesa, quindi, di vedere se almeno in quest'occasione il sindaco di Roma, Ignazio Marino, proverà a rispettare le promesse avanzate in campagna elettorale, le associazioni continuano la loro battaglia, come sempre fanno, quando gli animali continuano ad essere considerati solo e semplici "oggetti".