sabato 28 giugno 2014

A Nurachi, in provincia di Nuoro, un uomo uccide i suoi cani perché disturbavano i vicini


Proprio così, al di là di ogni immaginazione, anche quella più noir...Al di là anche di un racconto del terrore, di quelli che non arrivano a nulla, se non creare una condizione di forte sconcerto nel proprio lettore, ancora una volta la realtà supera di gran lunga la fantasia.
Un uomo di 76 anni, residente a Nurachi, in provincia di Nuoro, ha ucciso i suoi 16 cani avvelenandoli. Il motivo? Era stanco delle lamentele dei vicini, che protestavano, ormai da tempo, per il fatto che gli animali vagavano liberi per la cittadina, causando danni e disagi alle persone.
Pensare ad una soluzione diversa era forse troppo difficile per quest'uomo? Sembra proprio di si. Anche perché proprio quelle persone stanche del comportamento dei cani, sono poi le stesse che hanno denunciato il pensionato, quando hanno visto all'interno del suo cortile gli animali agonizzanti. Quindi non stiamo parlando di "mostri" o di sadici contro gli animali, ma verosimilmente soltanto di individui che reclamavano una diversa gestione dei cani. Una gestione, anche, più vicina alle loro esigenze di sicuro.
Così, quando i carabinieri sono arrivati sul posto, nell'abitazione dell'anziano hanno trovato ancora il flacone con i resti del veleno e l'uomo ha ammesso il fatto, senza troppe difficoltà. Ora è stato denunciato.
Possibile che nessuno ha potuto far qualcosa prima di arrivare ad un gesto così estremo? Possibile, inoltre, che bisogna sempre giungere ad un qualcosa di tanto estremo perché le autorità intervengano? Sembra di si, altrimenti saremmo solo in un racconto del terrore...anzi no dell'orrore, l'orrore della follia e della saccenza umana, che perseguendo questo antropocentrismo continua a distruggere tutto quello che ha intorno.

Nuraghi (Nuoro), padrone avvelena i suoi cani: denunciato