martedì 2 settembre 2014

L'Associazione Angeli a 4 zampe, proviamo a conoscerla più da vicino

- Apetta in staffetta. Il logo dell'associazione -

L'Associazione Angeli a 4 zampe è una realtà del volontariato capitolino, che opera senza scopo di lucro e che si pone quale obiettivo il recupero di cani e gatti (ma non mancano casi di qualche coniglio!!!) sottratti alle atrocità quotidiane dei canili lager o a situazione di maltrattamento di vario genere, che portano ad un sequestro dell'animale e al suo successivo affidamento ad un custode giudiziario, in attesa della sentenza definitiva del processo.

Un compito impegnativo, di certo non semplice, che richiede non solo un cuore grande, ma anche una volontà ferma e un coraggio arduo, per poter sostenere ogni giorno sguardi terrorizzati o la visione di lesioni e segni vari, che, troppo spesso, solo un essere umano è in grado di produrre a chi, a suo giudizio, sarebbe inferiore e, quindi, maltrattabile a proprio piacere.

Tutto questo lo sanno sin troppo bene i volontari di Angeli a 4 zampe, che lottano spesso contro il tempo e contro i disagi economici, per poter arrivare in quell'ambulatorio veterinario, che sembra sempre fin troppo lontano e irraggiungibile quando hai con te un cane o un gatto appena recuperato dalla strada, ferito, incidentato, che vomita e non sa perché...perché davvero non capisce cosa altro gli stia capitando in quel momento e probabilmente in cuor suo non fa altro che domandarsi: e ora?
- Isa e Mizzy, insieme a Scilla e Lancillotto,
intervistate dalla TV -

E ora qualcosa cambia e lo fa nel momento stesso in cui il destino di questi nostri piccoli amici si intreccia con quello di chi vede il mondo da una prospettiva ben diversa. Una prospettiva in base alla quale non è il numero delle zampe che hai a fare la differenza, né, tanto meno, la possibilità di disporre di una coda, che sa vibrare sempre più velocemente, quando incontra l'umano giusto, con il quale condividere il proprio destino.

No, quello che contraddistingue, segnando un limite invalicabile, seppur apparentemente invisibile, è solo la capacità di amare, condividere e saper riconoscere un cuore che batte, una strana vibrazione che esce dal corpicino di un micio, un abbaiare festoso e comprendere così che esattamente là sta la vita.

Ma quanta fatica c'è dietro tutto ciò, ce lo chiediamo mai? Spesso, infatti, si fa prima a criticare "quelli che per forza amano gli animali" o "quelli che chiedono sempre soldi", pur di non andare a dare una sbirciatina oltre, perché poi, in alcuni casi, quell'oltre ci fa paura, ci mette a confronto con la nostra coscienza, con la nostra fragilità di dire che non esistono problemi come il randagismo o il maltrattamento, pur di non incontrarli.

E proprio quella fatica la si incontra, invece, negli occhi di quegli stessi volontari, che corrono su e giù per l'Italia, pur di trovare una sistemazione ai nostri piccoli amici, che viaggiano tra pensione e lavoro per andare a trovare i cani in attesa di adozione, che raccolgono fondi, fanno banchetti...che insomma vivono sapendo di essere parte di questo pianeta e non di poterlo solo gestire aridamente.
- Isabella e Lancillotto -


Quel mescolio di stanchezza, intriso allo stesso tempo di fierezza e di orgoglio, che ritrovo ogni volta che c'è un aperitivo o una cena per i "catorcetti" (così chiamano i loro piccolini i volontari di Angeli a 4 zampe) negli occhi di Isabella D'Onofrio e di Mizzy Serangeli, che sono le due referenti di questo splendido gruppo, fatto solo di persone speciali, è una delle poche certezze - che ancora si incontrano nella nostra società - che il bene si può fare e non per apparire, ma perché si crede in qualcosa.

Così, gli incontri, ai quali partecipano rigorosamente sempre anche gli adottati a quattro zampe, insieme ai propri adottanti a due, diventano una sorta di magia, di parentesi di serenità, che forse ripaga anche delle fatiche affrontate, delle offese ricevute o dei torti subiti. E' facile criticare, spesso, ma la voglia di andare avanti in queste persone sembra che non sia alla fine scalfibile davvero.

E le cene diventano così incontri tra amici; chi ti siede vicino non lo hai mai visto, ma in pochi minuti diventa davvero un nuovo amico, che - proprio come te - ha avuto la fortuna di incontrare Isabella e Mizzy, che tradotto nel linguaggio degli angeli significa di aumentare il numero di inquilini della tua casa!  Nuova vita e nuove amicizie e questo lo sa far bene solo chi sa vivere, proprio come i volontari di quest'associazione.

Tanta fatica in cambio di tanto amore...non è poco davvero. In un mondo che pensa solo a quanto poter accumulare, la filosofia del dare, rende davvero speciali ognuna di tali persone. Di sicuro non perfette, a volte magari anche un pò eccessive, ma se così non fosse molti cani e gatti ora non ci sarebbero più.

Se qualcuno ha voglia di conoscerli più da vicino, vi segnalo intanto il sito, che è www.angelia4zampe.it, se volete contattarli mandate una mail a: info@angeli4zampe.it. Ma se, poi, volete proprio parlare con loro, donare cibo o coperte, adottare un cane o un gatto, anche solo a distanza, potete incontrarli il prossimo 12 e 13 settembre alla Festa della birra, organizzata dall'Associazione ViviRustica, che si terrà a Via Dameta 18.

Intanto, un mio grazie personale va proprio a Isabella D'Onofrio e a Mizzy Serangeli, nonché ai vari volontari incontrati in diverse occasioni, perché grazie a loro ho scoperto un'altra faccia del mondo animale, quella in cui l'uomo non è carnefice, ma solo alleato nel voler difendere una dignità a 4 zampe, che non ha nulla da invidiare a quella umana. Potrei ringraziarle anche di aver incrementato la nostra famiglia (anche da parte del mio compagno), con due gatti e un cane, ma immagino che questo lo abbiate capito già!