martedì 22 novembre 2016

Appello - #aiutiamoadaiutare questa volta arriva in provincia di Frosinone

- Fiero -

Questa volta la richiesta di aiuto arriva dalla provincia di Frosinone, dove alcuni volontari seguono a titolo completamente gratuito cani e gatti in seria difficoltà.

Chi conosce un pò queste zone sa bene che qui l'inverno è particolarmente rigido e per gli animali che non hanno un riparo non è facile. Anche la vita all'interno di un rifugio può presentarsi piena di insidie se non si hanno pappe, cucce, coperte, maglioni di lana a sufficienza.

Così eccomi qui a tentare di dare una mano nella condivisione del loro appello.

Per motivi di privacy vi indico il riferimento della persona, Anastasia, che potete trovare anche su facebook (dopo averla contattata) e alla quale potete scrivere al suo indirizzo di posta elettronica: spinelli28_2016@libero.it.

Se, invece, siete a Roma, potete inviare una mail anche a me e vi indicherò un punto raccolta per loro, provvedendo poi personalmente in qualche modo a far avere quanto serve.



TUTTI GLI ANIMALI



L'emergenza, dunque, è soprattutto per quel che riguarda coperte, sacchi a pelo vecchi, scatolette, croccantini, cucce. Anche un solo oggetto può fare la differenza, perciò, fatevi avanti.

Io qualcosa ho già messo da parte, avendo ricevuto più donazioni in questo periodo, soprattutto di coperte. la sera quando vedo i miei due cani dormire beati sul letto, penso sempre a quando anche loro erano in un canile, al freddo che avranno sofferto e a quanti altri animali si trovano ancora nella loro stessa situazione.

Quello che vedete nella foto in alto è, invece, Fiero (diminutivo di Fierolocchio!), il mio splendido micione non vedente  recuperato cucciolo in un cassonetto dall'Associazione Angeli a 4 zampe.
Lui ce l'ha fatta, ma gli altri?

Non si può adottarli tutti, né - purtroppo - trovare una casa per ogni piccolo amico a 4 zampe che si incontra. Allora cerchiamo, quanto meno, di farli vivere al meglio: coperti, nutriti e con il calore dei volontari, che si occupano di loro.

Anastasia è una di questi, non lasciamola sola!


Articolo di Sabrina Rosa