mercoledì 29 marzo 2017

#aiutiamoadaiutare Mais e Riso in attesa di adozione...una mamma per loro c'è?

- Mais -


Ebbene i cuccioli sono proprio come l'uva: uno tira l'altro, quindi, eccovi altri due fratellini di Orzo e di Quinoa, di cui vi ho parlato nei giorni scorsi...

- Mais -
Ovviamente, facendo parte della stessa cucciolata, hanno subito la stessa sorte degli altri: abbandono!

Una bruttissima parola, che in questo periodo dell'anno apre la propria stagione peggiore e che, nei prossimi mesi, sarà tutta un divenire, dal momento che si sa che l'estate è il tempo delle vacanze e degli addii...Addio cane scomodo...Addio gatto altrettanto scomodo...Addio conigli e cavie scomodissimi!

Eccovi, perciò, l'appello dei volontari che stanno seguendo tutti i fratellini, in attesa di trovare per ciascuno di loro una sistemazione appropriata.

Per ora li hanno salvati dalla strada e da morte certa.

Li hanno anche tratti al sicuro lontano dalle gabbie di un canile.

Ma il tempo stringe e ora c'è bisogno di aiuto da parte di tutti, perché non è pensabile lasciarli tutti a carico di un'associazione, che segue già tantissimi altri cani.



zooplus.it



Che dire di loro? Lo lascio fare alle parole di chi li conosce meglio e da più tempo:
- Riso -


 "Primavera...tempo di pulizie...si comincia a buttare la roba vecchia...e così qualcuno ha pensato bene di buttare un'intera cucciolata nel giardino di una nostra amica, che subito ha chiesto il nostro aiuto. 

Ed eccoci quà a cercare una mamma per quelle meravigliose palle di pelo.

Loro sono RISO e MAIS, tenerissimi peluche di 3 mesi futura taglia medio-grande, pelo lungo bianconero. 

Riso e Mais sono stupendi e come tutti i cuccioli meritano di crescere amati e sereni!



- Riso -
Entrambi sono a Roma e si affidano, chippati e vaccinati, al centro nord solo a persone affidabili, solo con controlli pre e postaffido, regolare adozione e disponibilità a restare in contatto con noi nel tempo.

PER INFO scriveteci all'indirizzo ambraegiulia@gmail.com.

compatibilmente con i nostri impegni di lavoro, RISPONDEREMO A TUTTI APPENA POSSIBILE".

Non sembrano davvero degli orsacchiotti di peluche? 

Hanno tutti quella stessa espressione di speranza, probabilmente rivolta ad un genere umano migliore, rispetto a quello incontrato al momento della nascita.
La prossima mossa spetta a noi. Aiutiamo con le condivisioni, fin quando non si apriranno per loro le porte di una famiglia.

Sabrina Rosa
lecronacheanimali@gmail.com
https://www.facebook.com/lecronacheanimali