martedì 20 marzo 2018

Quattrozampeinfiera, un week end intenso che non smentisce mai le aspettative



Proprio così. Anche quest'anno l'edizione capitolina di Quattrozampeinfiera non ha deluso i romani. Anzi, semmai li ha stupiti ancor più di quella precedente.

Tantissime persone - grandi, piccoli, uomini, donne - in fila alla biglietteria per varcare l'ingresso della mostra. Due padiglioni completamente dedicati ai nostri amici a quattro zampe, all'interno dei quali le vere star sono stati indubbiamente loro, cani e gatti, che con la loro bellezza e simpatia hanno attirato l'attenzione di tutti.

Così, alle 18.00 di domenica c'erano ancora decine di persone, che tentavano di varcare gli ingressi e di accedere all'evento.

Stand di alcuni dei marchi più noti del settore alimentare animale, gadget, campioni omaggio sono stati ancora una volta presi d'assalto dai visitatori.

Utile ed interessantissima la simulazione di un arresto cardiaco e di un'ostruzione delle vie respiratorie in un cane, resa possibile con l'ausilio di un manichino e spiegata passo dopo passo da una veterinaria, che ha così illustrato cosa fare in caso di pericolo per i nostri amici.

E, ancora, toccante la simulazione di salvataggio in acqua fatta dai cani della SICS (Società Italiana Cani da Salvataggio).

Vedere il loro impegno nel riportare a riva i figuranti, che simulavano un malore in mare, mi commuove ogni volta allo stesso modo, soprattutto pensando a quanto spesso gli animali siano maltrattati e disprezzati, mentre fanno così tanto per noi e praticamente in cambio solo di una carezza.

Bella, altresì, l'esposizione felina, che consente di vedere da vicino esemplari di alcune razze di gatti davvero poco note.

Penso in particolare agli Sfinx, una razza che personalmente adoro (quello che vedete nella foto qui in basso) e che in genere lascia abbastanza basito, chi la osserva per la prima volta.

Insomma divertimento si, ma anche conoscenza, informazioni mediche e tecniche, nuovi
incontri..tutto questo è stato, ancora una volta. Quattrozampeinfiera.

In attesa della prossima edizione romana, seguirò, dunque, quelle delle altre città d'Italia e chissà che non riuscirò a visitarne qualche altra.