giovedì 2 aprile 2015

Cronaca - Roma Capitale dà avvio al censimento di rondini e balestrucci


Se è vero che "una rondine non fa primavera" è, però, altrettanto reale il fatto che questi volatili siano sempre più importanti per gli studiosi, tanto che Roma Capitale, attraverso il Dipartimento Tutela ambientale - Protezione Civile e la Fondazione Bioparco, ha deciso di indire un vero e proprio censimento di rondini e baletrucci presenti in città.
Anche i cittadini potranno prendere parte a questa ricerca.

L'obiettivo primario è quello di analizzare la biodiversità oggi presente nei centri abitati, nonché la qualità di vita dei loro abitanti. In ciò un ruolo primario viene svolto proprio dagli uccelli migratori, le cui abitudini alimentari e i loro spostamenti nel corso delle stagioni, forniscono importanti
informazioni su quanto accade oggi al nostro pianeta.

Oltre ad esperti del settore - quali zoologi, ornitologi - sono chiamati a far parte dello staff del censimento anche tutti i cittadini romani. L'importante è saper riconoscere rondini e balestrucci e saper usare internet, dal momento che ogni dato dovrà essere registrato sulla piattaforma digitale del sito Ornhito.it.

Rispetto al primo punto è possibile scaricare direttamente dal sito Ornitho.it una guida completa che spiega come individuare le rondini ed i balestrucci, attraverso le foto di questi uccelli e dei loro nidi.

Anche relativamente all'impiego della piattaforma digitale, è stata predisposta una guida specifica, che illustra come usare il sito, come registrare i dati e compilare le schede.

Chiunque fosse interessato a partecipare a questo progetto o volesse avere informazioni in merito può inviare una mail all'indirizzo: progettorondini.dipambiente@comune.roma.it.