giovedì 20 febbraio 2020

29 febbraio e 1 marzo torna Quattrozampeinfiera, prima tappa del 2020 per uno degli eventi più attesi dagli amanti dei cani e dei gatti


Proprio così, torna ancora una volta a Roma, aprendo il tour di eventi, che toccherà le principali città italiane, Quattrozampeinfiera, una due giorni completamente dedicata ai nostri amici pelosi (cani e gatti), nel corso della quale sarà possibile partecipare a sfilate, ricevere informazioni sanitarie da parte di personale veterinario specializzato ed assistere a gare di salvataggio acquatico e dimostrazioni di quanto un animale possa fare per la nostra vita ogni giorno.

Il programma completo della manifestazione prevede, così come indicato dall'ufficio stampa della manifestazione e a cura di Daniela Fabietti:

"LE COMPETIZIONI
TROFEO QUATTROZAMPEINFIERA by TRAINER
Anche quest’anno si sfideranno i binomi più dinamici nelle diverse attività sportive, come la DogAgility, la RallyObedience, lo Splash Dog e il Free Style in acqua.  Entrambi gli appuntamenti sono promossi da Trainer, da anni impegnata nel campo della cinofilia con finalità sociali e con un evento annuale. 

TROFEO RICERCA SU MACERIE by TRAINER
All’interno della manifestazione si svolgerà la gara-simulazione di salvataggio indoor  tra le macerie organizzata da CSEN Soccorso e Trainer,  per festeggiare gli amici a 4 zampe che dedicano la loro vita al soccorso degli umani, si disputerà una sfida tra tutte le associazioni italiane. Una gara che in realtà vuole raccontare al grande pubblico come i cani operano quotidianamente a fianco della Protezione Civile in diverse attività di soccorso, al termine della gara gli stessi visitatori potranno testare l’abilità del proprio cane e nella ricerca tra le macerie per vivere Un giorno da Eroi.

DOPPIA ESPOSIZIONE REGIONALE ENCI 
All’interno del Dogs World, si terrà la Doppia Esposizione Regionale Cinofila organizzata dal Gruppo Cinofilo Viterbese, nella quale gareggeranno le razze canine più prestigiose. I best ten, si sfideranno sia sabato che domenica, sul Red Carpet Show.

FELIS WORLD E INTERNAZIONALE ANFI
Continua la collaborazione con QuattroZampeinFiera.
Anche quest’anno l’ANFI - sezione Lazio - sarà presente con un’Esposizione Internazionale Felina all’interno della manifestazione. Due giorni di gare che vedranno la presenza di oltre 300 gatti provenienti da tutta Europa.
Tante le razze presenti, dal maestoso Maine Coon allo Sphynx, gatto nudo che affascina per la sua particolare caratteristica. E ancora… Persiani, Exotic Shorthair, Bengal, Sacro di Birmania, Ragdoll, Norvegesi delle Foreste, Siberiani, Neva Masquearda, British, Certosino, Turkish Van, Blu di Russia, etc.
Sette Giudici Internazionali provenienti dalla Germania, Danimarca, Repubblica Ceca, Slovacchia e Italia, giudicheranno i gatti presenti e decreteranno i vincitori.
Il culmine della gara si concluderà con il Best in Show, dove saranno decretati i migliori soggetti dell’esposizione.
Altre due gare non “ufficiali” saranno effettuate nelle due giornate espositive: il 29 febbraio ci sarà la “Speciale Persiani ed Exotic Shorthair”; il 1 marzo “ Giulietta  & Romeo” gara a coppie di tutte le razze. Anche per queste due gare, i Giudici decreteranno il vincitore. Ovviamente non mancheranno i GATTI DI CASA, per loro è riservata una gara che decreterà il migliore tra i presenti. Il Best of Best riceverà anche la medaglia d’oro offerta dall’ANFI e la speciale coccarda offerta dalla FIFe, (Federazione Internazionale Felina). Un’opportunità per osservare da vicino il misterioso mondo dei gatti, con i suoi mille colori, sfumature e particolarità e scoprire quanto sia magico!

DOGS WORLD
Oltre 40 razze di presenzieranno per dare la possibilità a i futuri pet owner di riconoscere le peculiarità di ogni singola razza. La scelta consapevole è alla base del rispetto per gli animali!

DOGGY SHOW
Per tutti coloro che non possiedono un cane di razza, ma splendidi cani fantasia o senza pedigree, una sfilata ad hoc sia sabato che domenica li attende per vincere tanti prodotti in omaggio.

#UNSELFIEPERQZF 
Come in ogni edizione, si ripropone l’attività più richiesta sui social della manifestazione: il selfie che ottiene più like, verrà premiato in fiera con simpatici omaggi e riportato su Facebook e Instagram di Quattrozampeinfiera seguiti da migliaia di fans.

FORMAZIONE E INFORMAZIONE

L’ANGOLO DELLA SALUTE
Nell’ANGOLO DELLA SALUTE, diretto dal medico veterinario Federico Coccia
sarà presente un vero e proprio Pet Corner dedicato all’importanza della cura, del benessere e a tutto ciò che gravita intorno al mondo dei nostri amici a quattro zampe: veterinari, educatori ed esperti di settore, personaggi del mondo dello spettacolo con i loro animaletti, interverranno durante le due giornate focalizzando l’attenzione  sulle problematiche quotidiane ed offrire loro nozioni utili e suggerimenti pratici per migliorare la quotidiana convivenza. 

Un momento inusuale di confronto e formazione alla portata di tutti, ma non solo. Sarà, infatti, lanciata per la prima volta l’iniziativa “Cuccia in sospeso”, ispirata all’antica tradizione solidale di origine napoletana legata al caffè, divenuta un piccolo rituale di bontà nei confronti del prossimo. In questo caso ogni visitatore potrà lasciare qualsiasi genere di accessorio (un po’ come accade per il Muro della Gentilezza) non più utilizzato e rimesso in circolo per un riciclo green da destinare ad un amico a quattro zampe. Ecco quindi, che cucce, collari, ciotole, cappottini, coperte in disuso per vari motivi, potranno assumere nuova vita e magari  aiutare con un gesto gentile anche chi non può permettersi grandi acquisti a tema. 

PRESIDIO VETERINARIO ED ESAMI
Nello stand destinato al Presidio Veterinario, i visitatori potranno far effettuare gratuitamente ai loro cani, un esame preventivo - mediante dispositivo VET-WAVE -  che permette di ottenere informazioni sulla funzionalità dell’orecchio medio e sull’integrità timpanica.

INTRATTENIMENTO

GLI SPETTACOLI
"La Compagnia delle Stelle" diretta da Anna Maria Piva, coordinerà una serie di interventi artistici tratti da spettacoli sul tema "mondo animale", effettuati da professionisti dello spettacolo, compagnie e teatri partner.
Vedremo la  colorata colonia felina di CATS, vivremo l'incredibile avventura di YUYO la formica, sorrideremo con la furbizia de IL GATTO CON GLI STIVALI e con CIRCLE OF LIFE entreremo nella foresta, attraverso magiche coreografie e strabilianti performance di circo contemporaneo.
Non Mancherà  il momento in cui dare ai piccoli visitatori della Fiera l'opportunità di testare il proprio talento e cimentarsi nella recitazione e nel canto: dopo l'esibizione della Compagnia dei Piccoli Eroi, tratta da IL RE LEONE  gli ospiti saranno invitati a mettersi "in prova" con il Laboratorio "Un giorno da Leone, Un giorno da Attore" e più tardi ad esibirsi sul Red Carpet.
E tra un evento e l'altro, siete tutti invitati allo Stand per  essere trasformati in teneri gattini o dolci cagnolini, con il TRUCCABIMBI.

I RADUNI
Quest’anno ancora più numerosi sarà la parte dedicata ai Raduni di Razza ben 7 razze quelle coinvolte: decine di Westie, Maltesi, Jack russel, Cocker Spaniel, Cani Terranova,….invaderanno il padiglione della manifestazione.

ATTIVITA’ CON I CANI

DOG ACTIVITIES
Per aumentare il rapporto di fiducia col proprio cane, sarà possibile cimentarsi gratuitamente nelle numerose attività sportive a misura di quattrozampe: gli esperti educatori cinofili avvicineranno i proprietari e i loro cani al DiscDog, all’AquaDog, alla Ricerca Olfattiva, all’Obedience, all’Osteopatia e Attivazione mentale.
CURA E IGIENE – IL SALONE DI BELLEZZA by My Love
Per la cura e l’igiene del pelo, il Salone di Bellezza consente a tutti i proprietari di sottoporre alle esperte forbici, i differenti tipi di pelo dei propri cani. Un angolo in cui ricevere tutti i suggerimenti per una sana e curata igiene del proprio fido e scoprire le soluzioni per la cura del pelo.

SHOPPING E SERVIZI
Tanti i prodotti da acquistare direttamente dalle aziende più rinomate di pet food, accessori, prodotti per la salute, integratori, servizi innovativi e di tendenza”. 

E’ possibile acquistare on line, tramite prevendita, i biglietti di ingresso ad un costo d € 8,50, mentre se si scarica il buono sconto dal sito internet della manifestazione, il costo è di € 8,00. Se si acquistano i biglietti direttamente al botteghino della fiera il prezzo intero € 11,00. Ingresso gratuito per i bambini 0-10 anni, cani e gatti.

Per ulteriori informazioni è possibile mandare una email all’indirizzo info@quattrozampeinfiera.it oppure telefonare al numero 0362 1636218 o, ancora, visitare il sito  www.quattrozampeinfiera.it

Dopo Roma ecco le altre città che ospiteranno Quattrozampeinfiera:
Napoli - 4 e 5 aprile 
Torino - 6 e 7 giugno 
Milano - 3 e 4 ottobre  
Padova - 7 e 8 novembre



domenica 2 febbraio 2020

Fine pena...MAI!

Chi compra un animale commette un doppio errore. Intanto un errore etico e morale, perché l'amore non si compra e non si vende, ma si conquista un giorno dopo l'altro. E, poi, un errore logico, perché per ogni animale acquistato, un altro muore in un canile o gattile e una fattrice continua ad essere sfruttata fino allo stremo delle sue forze.



Chissà perché nell'immaginario collettivo quando pensiamo all'inferno, ce lo raffiguriamo tutti come un luogo all'interno del quale è il colore rosso a dettare le regole, il calore rovente a controllare il ritmo dell'eternità e la presenza di persone, che si sono macchiate nell'anima per colpe di vario genere, a popolare lo spazio.

E, invece, no. L'inferno è altro e non è poi così lontano da noi. L'inferno è un luogo freddo ed umido, dove è il grigio a definire i limiti di uno spazio angusto, in cui sono costretti a vivere cani, che non si sono macchiati di alcuna colpa al mondo, se non quella di essere nati in balia dell'uomo. E così, innocenti proprio per non aver commesso il fatto, sono invece condannati ad un fine pena mai.

Ecco l'inferno è il loro mondo sulla terra, un angolo di pianeta dimenticato, sfruttato da chi quello spazio lo chiama "luogo di lavoro" e non sa più vedere il dolore e la sofferenza, che lo caratterizzano, né, tanto meno, ascolta ormai i latrati disperati, che bucano l'anima e che porti via con te, quando varchi il cancello e riprendi la strada verso casa...Una strada che non è più quella stessa che hai percorso nel viaggio di andata, perché sei tu che non sei più uguale a prima!

Eh si, perché davvero l'inferno lo porti con te, risenti gli  odori di corpi violati e lasciati al loro marcire, rivedi quegli spazi stretti ed angusti, che non hanno altra tonalità se non il grigio scuro, su cui risaltano esclusivamente due chiazze di triste colore: il verde dell'acqua da bere, che ristagna nelle ciotole da chissà quanto tempo, e il marrone della carne, che fa venire il voltastomaco anche solo a guardarla, ma che per chi è condannato all'ergastolo prende, purtroppo, il nome di "pasto".

E, poi, senti i latrati profondi ed incessanti, che squarciano il silenzio di un posto, che sorge lontano dalla città, come se non ascoltare, così il non vedere rendesse possibile cancellare un problema..Ma in questo noi esseri umani siamo imbattibili, come ci piace raccontarci che tutta va bene, mentre invece le cose proprio non vanno affatto.

E, una volta sulla strada di casa, porti con te anche quegli sguardi pieni di speranza, quelle zampe che sbattono contro la rete invalicabile, confine freddo tra un'anima ferita e il resto del mondo, ma soprattutto porti con te quelle code, che ancora riescono a scodinzolare quando ti avvicini a loro e, allora, sì che senti il cuore smettere di battere per un secondo, perché avverti in te tutta la vergogna di appartenere ad un genere terrestre, che sta perdendo la sua empatia e non vede oltre il prezzo di una vita...Una sorta di baratto tra se stessi e un destino, che appare ineluttabile, anche se ancora qualcuno cerca di dargli una sferzata netta e decisa...

Il senso di impotenza, che si prova davanti a tutto ciò, è così tanto avviluppante, che non basta nemmeno portare via, a fine giornata, alcune anime da là, saperle in salvo, renderti conto che hai scelto quelle più fragili, che forse non avrebbero avuto altre possibilità o sarebbero morte, in pochissimo tempo, per malattie già in corso..Malattie ignorate all'inferno, perché tanto che senso ha dover sanare piaghe o dedicare un'attenzione in più ad un cane anziano quando l'unica cosa che conta è il denaro? Un giorno in più di presenza di ciascun animale è un'entrata per la struttura, poi come si va avanti non importa...


Era da tanto tempo che non scrivevo più nulla, ma, dopo una notte di immagini forti, che risalivano con forza alla mente, mentre sentivo il calore di tutti e due i miei cani addosso alla mia pelle, ho pensato che forse lasciare qui le sensazioni provate potesse aiutarmi a trovare un pò di pace...So che non sarà così, so che quello che ho visto forse cambierà ancora una volta il mio modo di fare volontariato, perchè sembra sempre tutto poco rispetto al dolore che esiste nel mondo....
Ma su una cosa avevo bisogno di riflettere e di farlo qui: non si può continuare a comprare un animale, non si può continuare a non sterilizzare, perchè le strutture stanno scoppiano e ci sono migliaia di animali in cerca di una casa e di un calore familiare, che non hanno mai conosciuto...Siamo noi che dobbiamo cambiare tutto e spero che qualcosa si inizi davvero a fare...

E tutto ciò lo devo a Speed, già devo il tutto ad un cane, strano no? Pensiamo sempre di essere noi umani a definire il senso di ogni cosa, ma lui è, invece, il filo conduttore di questa mia storia..Lui che mi ha fatto rincontrare la persona che lo ha salvato ed entrare in questo mondo insieme anche a lei, lui che ogni giorno mi insegna la forza dell'amore e della fiducia, lui che quando ha paura, con il suo sguardo terrorizzato, mi ricorda ancora che una parte di quell'inferno è dentro di lui, perchè non si può mai cancellare del tutto il proprio passato...

Ognuno di noi può fare la differenza adottando, condividendo appelli, facendo volontariato in canile, offrendo stalli...insomma le opportunità non mancano, a noi la scelta e soprattutto la scelta di essere umani nel senso più autentico e profondo del termine!






giovedì 14 marzo 2019

Sabato 16 e domenica 17 marzo torna a Roma Quattrozampe in fiera...una manifestazione tutta da vivere insieme ai propri cani e gatti






Come ogni anno torna a Roma una delle manifestazioni più attese da parte di chi ama gli animali. Sto parlando ovviamente di Quattrozampe in Fiera, che arriverà il prossimo fine settimana – 16 e 17 marzo – presso la Nuova Fiera di Roma.
Sarà, come sempre, una due giorni davvero intensa dove amanti di cani e gatti potranno incontrare alcune delle aziende produttrici di cibi a loro dedicati più importanti a livello nazionale, assistere e partecipare a competizioni sportive, ammirare cani e gatti protagonisti delle mostre…insomma ce ne sarà davvero proprio per tutti i gusti.

Il biglietto di ingresso alla manifestazione ha un costo di € 11,00, i bambini da 0 a 10 anni entrano però gratuitamente. Se ci si avvale delle prevendita on line il costo si riduce a € 8,50 e, scaricando il Buono Sconto dal sito Internet www.quattrozampeinfiera.it, il prezzo diventa di € 8,00.

Per avere ulteriori informazioni è possibile inviare una email a info@quattrozampeinfiera.it oppure telefonare al numero 0362 334242 o, ancora, visitare il sito www.quattrozampeinfiera.it

Di seguito vi inserisco anche parte del comunicato stampa ufficiale della manifestazione, così da non perdere neanche un appuntamento tra quelli che sono in programma:

“Oltre 18.000 metri quadrati della Nuova Fiera saranno a disposizione dei visitatori per scoprire come migliorare il rapporto col proprio cane o gatto, approcciarsi ai servizi più innovativi per agevolare la gestione quotidiana del proprio amico fidato e dare il proprio contributo a chi è meno fortunato.

La fiera consente ai visitatori di interfacciarsi con le aziende per meglio comprendere la loro filosofia e i loro prodotti. Una scelta più consapevole quindi di ciò che meglio soddisfa le esigenze del proprio fido o felix.
I veri protagonisti saranno proprio loro, i cani e i gatti dei visitatori che potranno cimentarsi direttamente in attività sportive, educative e posare per scatti fotografici o sfilare divertendosi con i propri “genitori”.

Nel Felis&Dogs Worl by Farmina, gli allevatori saranno presenti con i loro esemplari per informare i futuri owners sulle peculiarità caratteriali delle singole razze e per capire quale sia più in linea col proprio stile di vita. Acquistare o adottare un cane o un gatto deve essere una scelta ponderata e consapevole. Da sempre la manifestazione cerca di lottare contro l’abbandono sensibilizzando la popolazione e ospitando le associazioni.

Importanza sarà data alla cura e al benessere: veterinari, esperti di settore, educatori e toelettatori interverranno durante le due giornate focalizzandosi sulle tematiche principali per dare ai visitatori spunti, suggerimenti e nozioni per migliorare il benessere dell’animale e migliorare la quotidiana convivenza.
Un momento inusuale di confronto e formazione gratuito alla portata di tutti.

Nell'ottica di vivere una giornata da protagonisti, i visitatori potranno partecipare al casting fotografico della rivista “Quattro Zampe”, tra i fondatori della fiera stessa. La foto più votata sarà pubblicata in copertina sul numero di giugno. Infine, tutti coloro che si cimenteranno nelle dog activities come la Rally Obedience, la Dog Agility, il Disc Dog, l’Ability, la Propriocezione, la ricerca del Tartufo e il Scent Game, riceveranno in regalo un abbonamento digitale trimestrale alla rivista.

Per un momento di celebrità, sarà possibile inoltre partecipare ai favolosi scatti del progetto “Facce da Quattrozampeinfiera” a cura dello Studio Fotografico Flavio Di Properzio o partecipare alla sfilata non competitiva, la Doggy Show by Monge, organizzata e condotta da Hirtzia Solaro che giudicherà i cani di razza e non.

La fiera si rivolge anche alle famiglie e ai loro bambini. Sarà presente “Il Mondo di Titò”, un progetto editoriale in cui la protagonista - Titò e il suo cane Django – affrontano le problematiche risolvendole con soluzioni geniali e al tempo stesso  sostenibili. Alla base dei racconti c’è l’educazione al rispetto dell’essere umano, delle diversità, degli animali, della natura e dell’ambiente.  La ricerca di soluzioni, viene definita “Costruzione di Desideri”. Lo slogan motivazionale e filo conduttore di tutto il progetto è: “Non esistono problemi ma solo soluzioni”.

Quattrozampeinfiera è un evento unico nel suo genere, organizzato dalla società Tema Fiere dal 2013 in 5 città, pensato per essere a misura di cani e gatti. Sul territorio nazionale, una fiera emozionale ed esperienziale alla quale partecipare col proprio amico fidato.

LE COMPETIZIONI
TROFEO QUATTROZAMPEINFIERA by TRAINER
Anche quest’anno si sfideranno i binomi più dinamici nelle diverse attività sportive, come la DogAgility, la RallyObedience, lo Splash Dog e il Free Style in acqua.  Entrambi gli appuntamenti sono promossi da Trainer, da anni impegnata nel campo della cinofilia con finalità sociali e con un evento annuale.

TROFEO RICERCA SU MACERIE by TRAINER
All’interno della manifestazione si svolgerà la gara-simulazione di salvataggio indoor  tra le macerie organizzata da CSEN Soccorso  e Trainer,  per festeggiare gli amici a 4 zampe che dedicano la loro vita al soccorso degli umani, si disputerà una sfida tra tutte le associazioni italiane. Una gara che in realtà vuole raccontare al grande pubblico come i cani operanoquotidianamente a fianco della Protezione Civile in diverse attività di soccorso, al termine della gara gli stessi visitatori potranno testare l’abilità del proprio cane e nella ricerca tra le macerie per vivere Un giorno da Eroi.

DOPPIA ESPOSIZIONE REGIONALE ENCI by FARMINA
All’interno del Dogs World by Farmina, si terrà la Doppia Esposizione Regionale Cinofila organizzata dal Kennel Club di Roma e il Gruppo Cinofilo Viterbese, nella quale gareggeranno le razze canine più prestigiose. I best ten, si sfideranno sia sabato che domenica, sul Red Carpet Show.

FELIS WORLD ANFI
Non solo cani ma anche gatti. Nel Felis World, grazie alla Sezione ANFI Lazio, presenzieranno razze provenienti da tutta Italia ed Europa. Un’opportunità per osservare da vicino il misterioso mondo dei gatti, con i suoi mille colori, sfumature e particolarità e scoprire quanto sia magico!

DOGS WORLD by FARMINA
Oltre 20 razze di presenzieranno per dare la possibilità a i futuri pet owner di riconoscere le peculiarità di ogni singola razza. La scelta consapevole è alla base del rispetto per gli animali!

DOGGY SHOW by MONGE
Per tutti coloro che non possiedono un cane di razza, ma splendidi cani fantasia o senza pedigree, una sfilata ad hoc sia sabato che domenica li attende per vincere tanti prodotti in omaggio by MONGE.

#UNSELFIEPERQZF by CORSICA FERRIES
Come in ogni edizione, si ripropone l’attività più richiesta sui social della manifestazione: il selfie che ottiene più like, verrà premiato in fiera con simpatici omaggi e riportato su Facebook e Instagram di Quattrozampeinfiera seguiti da migliaia di fans.

FASHION&LUXURY
PET A’ PORTER
Non mancheranno momenti fashion nell’Area Pet A’ Porter, una vera e propria passerella darà grande visibilità alle “marche più in” del momento che sfileranno in continua nei 2 giorni di manifestazione, tra gli altri, Lilou Pet Couture, De Wan, Croci, Ferri Biella e altri brand…

GIOCHI
DAKOTA RACE
Sempre nell’ottica di testare il feeling col proprio cane, i ragazzi del DakotaDay quest'anno metteranno a dura prova i  proprietari con i loro cani, nella prima edizione della “DAKOTA RACE” : una competizione dilettantistica sportiva, dove solo il binomio capace di superare i propri limiti vincerà il Super Premio Dakota Race. Quattro divertenti prove mai viste prima, da guardare e da vivere, e perché no, da vincere! "

DOG DRIFT CAR: cani e motori, che passione!
Drift – il cane che fa cose - è arrivato in città... Il primo vero appassionato di motori, che di auto sportive e gomme fumanti se ne intende alla grande! 
Ospiterà i visitatori e i loro cani nella sua area attività per provare esercizi e giochi da Stunt-dog con gomme e coni.

INTRATTENIMENTO
CINECITTA’ WORLD
Uno spazio in cui i visitatori potranno indossare costumi di scena dei veri film, scattare foto e partecipare a simpatici giochi. CineCittàWorld!

I RUDUNI
Quest’anno ancora più numerosi sarà la parte dedicata ai Raduni di Razza ben 7 razze quelle coinvolte: decine di Westie, Maltesi, Chow Chow, Terranova, Labrador, Chihuahua e Bulldog Francesi invaderanno i 2 padiglioni della manifestazione.


ATTIVITA’ CON I CANI
DOG ACTIVITIES
Per aumentare il rapporto di fiducia col proprio cane, sarà possibile cimentarsi gratuitamente nelle numerose attività sportive a misura di quattrozampe: gli esperti educatori cinofili avvicineranno i proprietari e i loro cani al DiscDog, all’AquaDog, alla Ability, alla Ricerca Olfattiva, alla Propriocezione e allo Scent game.

CURA E IGIENE – IL SALONE DI BELLEZZA by FURMINATOR
Per la cura e l’igiene del pelo, il Salone di Bellezza by FURminator Italia consente a tutti i proprietari di sottoporre alle esperte forbici, i differenti tipi di pelo dei propri cani. Un angolo in cui ricevere tutti i suggerimenti per una sana e curata igiene del proprio fido e scoprire le soluzioni per la cura del pelo di FURminator.

SHOPPING E SERVIZI
Tanti i prodotti da acquistare direttamente dalle aziende più rinomate di pet food, accessori, prodotti per la salute, integratori, servizi innovativi e di tendenza”.

L’ingresso alla fiera è a pagamento. Prevendita on line € 8,50, scaricando il Buono Sconto dal sito Internet www.quattrozampeinfiera.it  € 8. 
Prezzo intero € 11. Ingresso gratuito per i bambini 0-10 anni, cani e gatti.

Per chi non potesse partecipare all’evento di Roma, vi ricordo i prossimi appuntamenti con Quattrozampeinfiera, che si terranno così come da calendario di seguito riportato:
Napoli: 13/14 aprile
Torino: 25/26 maggio
Milano: 5/6 ottobre 
Padova: 9/10 novembre

Io vi consiglio di non mancare, non ve ne pentirete.





venerdì 8 febbraio 2019

"In difesa dei pesci" la nuova campagna di AgireOra è on line. Ecco come poter aiutare



E' on line la nuova campagna di AgireOra In difesa dei pesci.

Si perché di loro, proprio dei pesci, se ne parla davvero troppo poco ed è ora di iniziare a riflettere sul dolore che questi provano, sullo stress a cui sono sottoposti, sulle sevizie che ricevono come qualsiasi altro animale destinato all'alimentazione umana.

A tal fine, AgireOra ha lanciato una nuova campagna di informazione, alla quale ognuno di noi può partecipare attivamente anche semplicemente aiutando con la diffusione del video, che vedete qui sotto:



oppure con la distribuzione delle locandine elettroniche, scaricabili e condivisibili sui social network, o anche di quelle cartacee.

Che fare dunque? Intanto, per saperne di più sull'argomento è possibile consultare il volantino, che trovate a questo link.

E' importante sapere che, attualmente, il numero di pesci uccisi ogni anno è superiore al numero di qualsiasi altro animale di allevamento intensivo, sfruttato dall'uomo per soddisfare la propria gola.

Cifre inquietanti direi, di sicuro non rassicuranti sotto diversi punti di vista.

Per dare un contributo concreto, per far sì che questa barbarie finisca non serve tanto tempo, né denaro, ma solo la volontà di scendere, ancora una volta al fianco dei più deboli e di far comprendere che ogni animale soffre allo stesso modo (anche se nel caso specifico dei pesci le loro urla sono silenziose) e, per questo, va protetto e preservato dalla ferocia umana.

Se volte saperne di più, quindi, potete andare sulla pagina di AgireOra dedicata a questa campagna, dove troverete non solo ogni informazioni in merito, ma anche i link per richiedere le locandine cartacee o per scaricare quelle in formato elettronico (che potete vedere qui all'interno del mio articolo).





venerdì 1 febbraio 2019

Eurispes 2019: aumentano gli animali nelle case degli italiani e un terzo dei proprietari li considera come dei veri e propri figli


- Fiero e Trilly -

Presentato ieri il Rapporto Italia 2019 dell'Eurispes. Confortanti i dati contenuti al suo interno, soprattutto per quel che riguarda due argomenti che mi stanno particolarmente a cuore, ossia animali e veganesimo.
- Mr Bunny -
Infatti, rispetto allo scorso anno, si è registrato un incremento dell'1,1% della presenza di animali nelle nostre abitazioni
Nello specifico un terzo della popolazione vive con almeno un animale (33,6%) e sono sempre più numerose le famiglie che hanno due animali (8,1%, mentre nel 2018 il dato era pari a 7,1%), tre animali (4,7% contro il 3,7% dell'anno passato) o anche più animali (3,8%, mentre nel 2018 la percentuale era del 2.3%).
Al primo posto troviamo, ancora una volta, i cani (40,6%), seguiti da gatti (30,3%),  uccelli (6,7%), pesci (4,9%), tartarughe (4,3%), conigli (2,5%) e, infine, criceti (2%). 
Di conseguenza anche la spesa media familiare dedicata alla loro cura è incrementata, tuttavia, malgrado la crisi e le difficoltà che ognuno affronta, è importante sottolineare come il 76,8% degli italiani percepisca come membri effettivi della famiglia i propri animali, il 60% li ritenga i propri migliori amici e il 32,9% li consideri veri e propri figli.
Anche per quel che concerne la scelta di un'alimentazione cruelty free i dati fanno ben sperare. Infatti i vegani sono raddoppiati rispetto al 2018 (1,9% contro l'1% del 2018), per cui si conferma la tendenza, ormai avviata da qualche anno, a scegliere un'alimentazione più verde e rispettosa degli animali.
- Black, Mirna e Fiero -
Dati senza dubbio incoraggianti. Che sia davvero possibile pensare ad un qualche cambiamento, che migliori le nostre condizioni di vita e di convivenza con le altre creature della terra?
Inutile precisare che io rientro a pieno titolo tra coloro che vivono con più di tre animali, che considerano i pet come veri e propri figli e che hanno scelto uno stile di vita vegano...ma come potrebbe essere altrimenti?
Tra tutti i miei splendidi compagni di viaggio, Mr Bunny è l'ultimo arrivato e sta ancora facendo l'inserimento nella sua nuova famiglia allargata. A breve, quindi, lo vedrete insieme agli altri, perché la convivenza tra specie diverse è possibile se si ha la pazienza e la volontà di seguire il processo di inserimento, facendosi aiutare da personale esperto laddove ce ne sia bisogno e ricordandosi sempre che gli animali hanno molto da insegnarci, basta solo avere l'umiltà di voler apprendere.

venerdì 25 gennaio 2019

Animali di serie A (cani e gatti) e animali di serie B (maiali, vacche, pecore capre, polli e anche conigli)

- Ospiti del Rifugio Hope - 
Questa mattina, dando un'occhiata alle statistiche di lettura del blog, mi è balenata alla mente improvvisa una riflessione: possibile che anche tra chi si professa animalista, ci sia ancora una distinzione tra animali di serie A ed animali di serie B?

Mi spiego meglio....Ho notato, con immenso dispiacere, che quando parlo di cani e di gatti, l'interesse per gli articoli cresce a dismisura. Ci sono condivisioni, commenti,  mi arrivano mail!

Invece, quando tratto tematiche inerenti vacche, maiali, pecore, capre, ma anche gli stessi conigli - che sono il terzo animale presente, ormai, nelle nostre case - è come se parlassi di argomenti di minore interesse.

Prima di proseguire su questo tema, ci tengo a precisare che innanzitutto, come ben sa chi mi conosce e mi segue, la mia è una "famiglia allargata" e lo potete vedere dalla foto qui sotto:




Foto in cui mancano ancora un coniglio, tre cavie ed altri due gatti, al momento dello scatto liberi in altre zone di casa.

Quindi per me davvero è difficile fare distinzioni di specie o di razza. Così, quando vedo che non c'è così tanto interesse per gli altri animali, la mia mente si affolla di dubbi e di domande.

Prima domanda: forse questo succede perché gli altri animali sono meno conosciuti rispetto a cani e gatti? Potrebbe essere una motivazione, che tuttavia non giustifica lo scarso interesse dimostrato, laddove si parli di allevamenti intensivi o di sfruttamento animale, perché una vita è una vita, non importa in quale forma si manifesti agli altri. 
Anzi è proprio dove c'è sofferenza, che dovremmo fermarci più a lungo per riflettere e cercare di capire cosa fare.


- Rifugio Hope -

Seconda domanda: forse, invece, alla base di una riduzione di attenzione c'è il fatto che reputiamo meno intelligenti o meno sensibili gli altri animali rispetto ai nostri pet? Questa è un'argomentazione, che sento portare avanti con forza da alcuni animalisti. I cani e i gatti sarebbero più intelligenti perché convivono da secoli con l'uomo. A parte il fatto che, secondo me, non è che l'uomo sia poi proprio il massimo esempio di intelligenza (e basta vedere come sta distruggendo il pianeta), ma poi chi è che può stabilire il quoziente intellettivo di una pecora o di una gallina e, soprattutto, in base a quale parametro dovremmo stabilire chi è più o meno intelligente?
Quindi anche questa domanda, mi rimane senza risposta.


- Ospiti del Rifugio Hope -

Terza domanda (probabilmente la più pericolosa): forse molti non sono interessati a leggere notizie riguardanti altri animali (oltre a cani e gatti), perché se ne cibano e, quindi, non vogliono neanche sapere quali siano le loro sorti? E qui la riflessione diventa più profonda e va a muoversi su un terreno minato. 
Perché è abbastanza dicotomico, se non quasi schizofrenico, accarezzare il proprio cane, coccolare il proprio gatto e poi cibarsi di carne o di pesce o anche di loro derivati. Come si può giustificare un tale atteggiamento? Magari a fare questo sono, poi, quelle stesse persone che si scagliano con ferocia contro il festival di Yulin (esecrabile ovviamente, ma non meno cruento delle atrocità, a cui sottoponiamo ogni giorno nei nostri macelli centinaia di animali) o contro le fabbriche di pellicce prodotte scuoiando vivi cani e gatti (magari non ci avete mai pensato, ma non è che i conigli siano felici di venire spellati vivi per produrre capi di abbigliamento). 

Il terzo punto è quello per me più doloroso. Alcune sere fa ho partecipato ad un seminario sull'alimentazione di cani e gatti; erano presenti tantissime persone, tutte attente alla salute dei propri pet, tutte là concentrate a prendere appunti e a fare domande sul come dare la corretta dose di cibo ai propri cani e gatti, per farli vivere al meglio...eppure quando il relatore ha posto la fatidica domanda: "Quanti di voi sono vegetariani o vegani?" abbiamo alzato la mano in cinque! Cinque su cinquanta...una percentuale scadente, se non vergognosa.

E questo mi riconduce alla riflessione iniziale, per cui esistono, anche per gli animalisti, animali di serie A ed animali di serie B

Io vorrei che queste persone, che si professano animaliste (termine, tra l'altro, abbastanza odioso a mio avviso) invece di continuare a fare gli struzzi mettendo la testa sotto la sabbia, iniziassero a prendere coscienza veramente di quello che succede negli allevamenti. Vorrei che non passassero oltre, quando vedono alcuni filmati in rete, perché "troppo sensibili per osservare alcune scene!" Ma sensibili di cosa, se poi continuate ad essere voi i principali promotori di questo mercato della morte, nutrendovi di carne e di pesce o anche di loro derivati?

Gli animali sono tutti uguali. Hanno tutti amore da dare, voglia di giocare, bisogno di stare a contatto con la propria mamma appena nati, esattamente come noi.

Il 30 dicembre scorso sono stata a visitare il Rifugio Hope (vi consiglio di andare, perché davvero è un'esperienza bellissima) e qui ho potuto passare alcune ore insieme a creature fantastiche: maiali, conigli, capre, pecore, cavalli, vacche e tori....

Tutti pronti a socializzare, a ricevere una carezza o un pò di verdura, senza più bisogno di temere in contatto con gli umani, perché là sono, ormai, al sicuro.

Tutti unici e speciali, come solo gli animali sanno esserlo. A colpirmi è stato però un bufalino, un piccolino smarrito e in cerca di attenzioni, recuperato dopo che era stato legato e gettato via, pronto per morire, solo perché maschio, quindi inutile per produrre latte e, di conseguenza, mozzarella: in altre parole semplice merce da gettare.



Lo vedete qui nella foto, mente ciuccia il latte da un mega biberon appositamente attrezzato per le sue esigenze.

Ecco, questa creatura è la vittima designata (in questo caso per fortuna tratto in salvo) del nostro bisogno di mangiare mozzarella di bufala. Un bisogno falso, ma soprattutto un bisogno crudele perché dietro ad ogni morso di questa prelibatezza regionale c'è un cucciolo lasciato a morire subito dopo essere nato.

E parlo della mozzarella, ma potremmo fare lo stesso discorso per le uova o anche per il miele e mille altri prodotti ancora.

Questo è l'essere umano, la creatura intelligente ed illuminata che, a detta di alcuni, avrebbe elevato di rango anche lo status di cani e gatti.

Io credo che ci sia qualcosa di profondamente distorto in tutto ciò. Infatti ancora una volta noi pensiamo di poterci arrogare il diritto di stabilire quale sia la scala gerarchica degli abitanti del pianeta: prima noi (l'antropocentrismo sarà la rovina della Terra), poi cani e gatti e poi tutto il resto degli animali, che sono a nostro servizio per essere mangiati, scannati, depredati delle zanne, munti della bile, esposti su una palla nei circhi o chiusi in acquari a vita nei delfinari.

Dovemmo essere noi animalisti i primi a dare il buon esempio a tutti, cambiando stile di vita, ma cambiandololo realmente e, soprattutto, mostrando rispetto ed amore verso qualsiasi creatura, che incontriamo ogni giorno lungo questo nostro viaggiare.




giovedì 24 gennaio 2019

Dominion - il video integrale in versione italiana



Ora questo interessante documentario girato in Australia è presente su youtube anche nella versione italiana.

Si tratta di una testimonianza filmata da non perdere, che racconta gli orrori dello sfruttamento animale in ogni settore, ma soprattutto in quello degli allevamenti intensivi, all'interno dei quali gli animali sono sfruttati e, poi, destinati a morire per l'alimentazione umana.

Scene e parole che rimangono impresse, che non possono in alcun modo essere ignorate, né tanto meno dimenticate, perché narrano di orrori, che difficilmente è possibile cancellare dai propri ricordi, una volta che si è avuto il coraggio di guardarli fino in fondo, fotogramma dopo fotogramma....






E' importante diffondere il più possibile questo documentario, proprio per farlo conoscere a tutti, per far sì che non si possano costruire ancora oggi alibi e pretesti, quali "Ma io non sapevo" o "Io non credevo"...è tempo di aprire gli occhi, di fare delle scelte eticamente corrette e di non nascondersi dietro pretesti e scuse.